1. Quick reserve

    • Ross Hotels Group 3892
    • Palazzo San Niccolo 4372
    • Palazzo Leopoldo 4369
    • Ultimo Mulino 220
    • Palazzo San Lorenzo 5812
    • San Lorenzo Apartments 12290
    • Spa San Lorenzo 5812
    • 1 Notte1
    • 2 Notti2
    • 3 Notti3
    • 4 Notti4
    • 5 Notti5
    • 6 Notti6
    • 7 Notti7
    • 8 Notti8
    • 9 Notti9
    • 10 Notti10
    • 11 Notti11
    • 12 Notti12
    • 13 Notti13
    • 14 Notti14
    • 15 Notti15
    • 16 Notti16
    • 17 Notti17
    • 18 Notti18
    • 19 Notti19
    • 20 Notti20
    • 21 Notti21
    • 22 Notti22
    • 23 Notti23
    • 24 Notti24
    • 25 Notti25
    • 26 Notti26
    • 27 Notti27
    • 28 Notti28
    • 29 Notti29
    • 30 Notti30
    • 1 Camera1
    • 2 Camere2
    • 3 Camere3
    • 4 Camere4
    • 5 Camere5
    • 6 Camere6
    • 7 Camere7
    • 8 Camere8
    • 9 Camere9
    • 10 Camere10
    • 1 Adulto1
    • 2 Adulti2
    • 3 Adulti3
    • 4 Adulti4
    • 5 Adulti5
    • 6 Adulti6
    • 7 Adulti7
    • 8 Adulti8
    • 0 Bambini0
    • 1 Bambino1
    • 2 Bambini2
    • 3 Bambini3
    • 4 Bambini4
    Verifica disponibilità

    i borghi nel comune di radda in chianti

    I piccoli e graziosi borghi sparsi nel comune di Radda

    Badia di Montemuro è un piccolo borgo ubicato a circa 700mt dal livello del mare nel comune di Radda in Chianti. In origine era composta da due piccoli monasteri di Camaldolesi posti sul Monte Muro, uno dedicato a San Michele e l'altro a San Pietro. Il monastero che era dedicato a San Pietro oggi rappresenta l'attuale prioria di Monte Muro nel piviere di Santa Maria Novella in Chianti. L'odierna Chiesa di Montemuro è costruita col materiale di recupero dell'antica abbazia. Il borgo sovrasta il monte Querciabella e il Monte San Michele che rappresentano le cime più alte dei monti del Chianti.

    Il Castello di Palagio lo troviamo negli archuivi storici a partire dal 1252, ma si pensa che sia molto più antico. La possente base del maniero e le poderose mura abbellite anche dalla torre centrale, hanno permesso al castello di resistere ai diversi attacchi ed eventi che durante la sua storia ha dovuto affrontare. Nel passare dei secoli ha comunque subito piccole modifiche, fra le quali l’aggiunta della merlatura, intervento compiuto alla fine dell’ottocento. Con la rinascita granducale e la fine delle continue emergenze militari, anche Il Palagio si trasforma in villa e si arricchisce di opere d'arte, mentre nuovo impulso viene dato all'agricoltura ove la vite e l'ulivo fanno la parte del leone.