1. Quick reserve

    • Ross Hotels Group 3892
    • Palazzo San Niccolo 4372
    • Palazzo Leopoldo 4369
    • Ultimo Mulino 220
    • Palazzo San Lorenzo 5812
    • San Lorenzo Apartments 12290
    • Spa San Lorenzo 5812
    • 1 Notte1
    • 2 Notti2
    • 3 Notti3
    • 4 Notti4
    • 5 Notti5
    • 6 Notti6
    • 7 Notti7
    • 8 Notti8
    • 9 Notti9
    • 10 Notti10
    • 11 Notti11
    • 12 Notti12
    • 13 Notti13
    • 14 Notti14
    • 15 Notti15
    • 16 Notti16
    • 17 Notti17
    • 18 Notti18
    • 19 Notti19
    • 20 Notti20
    • 21 Notti21
    • 22 Notti22
    • 23 Notti23
    • 24 Notti24
    • 25 Notti25
    • 26 Notti26
    • 27 Notti27
    • 28 Notti28
    • 29 Notti29
    • 30 Notti30
    • 1 Camera1
    • 2 Camere2
    • 3 Camere3
    • 4 Camere4
    • 5 Camere5
    • 6 Camere6
    • 7 Camere7
    • 8 Camere8
    • 9 Camere9
    • 10 Camere10
    • 1 Adulto1
    • 2 Adulti2
    • 3 Adulti3
    • 4 Adulti4
    • 5 Adulti5
    • 6 Adulti6
    • 7 Adulti7
    • 8 Adulti8
    • 0 Bambini0
    • 1 Bambino1
    • 2 Bambini2
    • 3 Bambini3
    • 4 Bambini4
    Verifica disponibilità

    Gaiole in chianti

    Secondo Forbes Gaiole in Chianti è il luogo più idilliaco d'Europa dove vivere!

    Gaiole in Chianti sorge nella regione del Chianti Classico. L’origine etimologica del nome è molto incerta. Alcuni studiosi pensano che il nome “gaiole” possa derivare dal termine risalente al Medio Evo di “gariola” ch significa “ghiandaia”, secondo altri potrebbe invece derivare da “Carianus”, derivante a sua volta dal nome di persona “Carius”, riferendosi così a un fondo rustico. L’accezione geografica di Chianti, è stata aggiunta al nome Gaiole nel 1911.

    La consolidazione del borgo di Gaiole è avvenuta durante il Medio Evo lungo le rive del torrente Massellone. La grande fortificazione del borgo si deve alla Repubblica di Firenze, sotto la quale giurisdizione il borgo di Gaiole passò tre il 1000 e il 1300, lasciando quella della famiglia Ricasoli. Durante questo periodo ci fu il vero sviluppo economico del borgo come “Mercatale”, e la ricchezza di Gaiole crebbe così tanto che divenne uno dei capoluoghi appartenenti alla Lega del Chianti. Con l’avvento dei Duchi di Lorena al potere, intorno alla meta del 1700, fu deciso di sopprimere la Lega del Chianti, e per questa ragione Gaiole in Chianti, che ne faceva parte, divenne comune autonomo.

    Tra i monumenti di maggiore importanza artistica a Gaiole in Chianti possiamo citare la Pieve di Santa Maria a Spaltenna, il Castello di Brolio e il Castello di Meleto, Villa Vistarenni e Badia a Coltibuono. Durante tutto l’anno, ma soprattutto nella bella stagione, Gaiole ospita eventi particolari legati all’enogastronomia, come la Sagra della Bruschetta a settembre e allo sport come la famosa cicloturistica dell’Eroica a Ottobre. Il borgo di Gaiole in Chianti è circondato da una zona collinare fittamente coltivata a vigneti e da una rigogliosa vegetazione boschiva. Delle antiche fortificazioni restano oggi numerosi esempi di architettura militare medievale, tra i quali il vicino borgo di Vertine che conserva ancora oggi il suo castello medievale, entro i resti dell'antica cinta muraria e un torrione posto all'ingresso del borgo.

    Poco distante da Gaiole in Chianti si trovano due castelli di notevole interesse: il Castello di Brolio e quello di Metello. Il Castello di Brolio venne costruito nell'Alto Medioevo e successivamente appartenne alla famiglia dei Ricasoli che lo fece trasformare il residenza signorile dotata di un "giardino all'italiana" caratterizzato da viali alberati e di un "parco romantico" dove è possibile ammirare diverse specie botaniche. Anche il Castello di Meleto appartenne alla famiglia dei Ricasoli che, nel Settecento, lo volle trasformare in villa. Esso è strutturato su una pianta quadrilatera con una torre centrale e conserva ancora al suo interno alcuni arredi originali, tra i quali un piccolo teatro con sette scenografie dell'epoca.